Instagram - Album Ufficiale  Facebook - Pagina Ufficiale  Twitter - Pagina Ufficiale  YouTube - Canale Ufficiale
NEWS
Il Camaro ci prova ma viene raggiunto: al "Marullo" è 1-1, fa festa il Città di Messina
08/04/2018 - Davanti a una splendida cornice di pubblico va in scena una gara combattuta e dal ritmo elevato, seppur ccondizionata dal forte vento. Neroverdi in vantaggio al 6' della ripresa con Rossano, gli ospiti trovano il pari su punizione con Cardia al 36' e il punto che vale la promozione in D.

E' una bella giornata di sport quella vissuta oggi pomeriggio al "Marullo": al Camaro resta l'amaro in bocca per non essere riuscito a mantenere il vantaggio, trovato al 6' della ripresa con Rossano, ma i neroverdi hanno anche di che sorridere per la buona prestazione sfoderata contro la capolista e per la bella atmosfera che si respirava all'interno del impianto di Bisconte, oggi stracolmo. E' festa piena invece per l'avversario di giornata, il Città di Messina, che raddrizza il punteggio al 36' con la punizione di Cardia e, grazie all'1-1 finale, centra matematicamente la promozione in Serie D. Il Camaro mantiene la quinta posizione in classifica con 54 punti e domenica continuerà a difendere il piazzamento playoff nell'ultima gara esterna della regular season sul campo del Rosolini.

LA CRONACA - Ferrara deve rinunciare ancora a Portovenero e conferma il 4-3-3: in difesa, davanti a Mannino, torna titolare Munafò a far coppia al centro con Pettinato; corsie affidate a Cappello e Mondello; a centrocampo Falcone, Ancione e Assenzio, in avanti Buda, Paludetti e Rossano. A far da cornice all'incontro un "Marullo" strapieno e tanto entusiasmo. Unico neo il forte vento che condiziona la gara fin dalle battute iniziali. In avvio poche le occasioni da una parte e dall'altra, con le squadre che si danno battaglia ma senza riuscire ad affondare. Il primo tentativo è di Buda che al 13' si gira bene in area avversaria ma calcia alle stelle. Più pericoloso, al 20', il tiro di Assenzio, che riceve da Buda e calcia a spiovere dal limite sfiorando l'incrocio. La prima conclusione del Città di Messina è opera di Di Stefano, che al 22' prova a sorprendere Mannino dalla lunga distanza ma il portiere neroverde è attento e blocca con facilità. Al 28' si rivede il Camaro: punizione dai 25 metri di Mondello, che calcia sul palo del portiere trovando la risposta sicura di Paterniti. Dall'altra parte, Cardia calcia al volo da fuori al 38' ma il suo sinistro è completamente fuori misura. E' sempre il Camaro, però, che crea le occasioni migliori e al 42', dopo un'azione insistita, è Cappello a calciare dal limite trovando probabilmente una deviazione di un avversario che l'arbitro però non vede e assegna la rimessa dal fondo. La migliore occasione del primo tempo arriva poco prima dell'intervallo ed è ancora di marca neroverde: Paludetti riceve in area, dribbla Filistada e calcia a giro di sinistro, Paterniti però è superlativo e salva la propria porta. Sugli sviluppi del corner che segue, è Mondello a provarci ma il suo sinistro è fuori misura. Si va al riposo con il punteggio sullo 0-0.

Anche la ripresa si apre con il Camaro in avanti: al 3' Paludetti viene servito in area da Rossano e va giù a contatto con Bombara a pochi passi dalla porta avversaria ma l'arbitro ferma il gioco per una dubbia posizione di fuorigioco dello stesso numero 9 di casa. Al 6' neroverdi in vantaggio: rimessa laterale in zona d'attacco di Cappello, prolunga Assenzio di testa, palla a Rossano, deviazione mancina di prima intenzione e palla in rete per il boato del pubblico di casa. La squadra di Ferrara, trovato il vantaggio, non si ferma e torna a spingere al 14': Cappello serve Paludetti che si gira bene e batte a rete ma trova l'opposizione di un difensore avversario. Al 20' bella azione personale di Buda, che va via in slalom fino ad arrivare davanti a Paterniti, bravo e tempestivo nell'anticipo in uscita bassa. Raddoppio vicino anche al 29', quando Ancione va al cross da destra per Paludetti che "incorna" sotto porta mandando la sfera oltre la traversa. La gara però cambia volto al 31', quando l'arbitro ravvisa un fallo al limite di Pettinato su Rasà, assegna il calcio di punizione ed estrae il secondo giallo ai danni del difensore del Camaro. Ferrara prova a correre ai ripari inserendo Sciotto per Buda ma sul calcio piazzato che segue il Città di Messina trova il pari: Cardia è perfetto nell'esecuzione, palla all'incrocio e nulla da fare per Mannino. Il Camaro accusa il colpo e, già in inferiorità numerica, perde per infortunio anche il capitano Cappello, rimpiazzato da Gazzè. Gli ospiti provano ad approfittarne e sfiorano anche il colpo grosso nel finale: è Rasà a provarci due volte tra il 46' e il 47' ma prima il suo pallonetto finisce sul palo e poi il suo destro da buona posizione è da dimenticare. Termina 1-1, al Camaro resta un po' di rammarico per non essere riuscito a conservare un successo che probabilmente avrebbe anche meritato, ma a far festa è il Città di Messina che strappa il punto necessario per avere la certezza matematica della promozione in Serie D, assolutamente meritata dopo una stagione da dominatrice. La squadra di Ferrara resta invece in quinta posizione portandosi a +3 sul Paternò; domenica prossima ultima gara esterna del torneo, in programma sul campo del Rosolini.

Il tabellino

Eccellenza, Girone B - 28ª giornata

Campo sportivo "Marullo" di Bisconte - Messina, domenica 8 aprile 2018

Camaro - Città di Messina 1-1
Marcatori
: 6' st Rossano (C), 34' st Cardia (CdM)

Camaro: Mannino, Cappello (44' st Gazzè), Mondello, Munafò, Pettinato, Falcone, Rossano (48' st D'Amico), Assenzio, Paludetti, Ancione, Buda (33'st Sciotto). A disposizione Sanneh, Cordima, Pantano, Spoto. Allenatore: Pasquale Ferrara.

Città di Messina: Paterniti, Di Stefano, Fragapane (16' st Princi), S.Leo, Filistad, Bombara, Costa, Cardia, Codagnone (37' st Quintoni), Lo Giudice (28' st Rasà), Silvestri. A dispozione: Maisano, Alessandro, Calcagno, Di Vincenzo. Allenatore: Giuseppe Furnari.

Arbitro: Antonio Romanelli della sezione di Lanciano.
Assistenti: Alessandro Gennuso e Davide Di Dio della sezione di Caltanissetta.

Ammoniti: 21' pt Pettinato (C), 29' pt Assenzio (C), 36' pt Filistad (CdM), 25' st Cardia (CdM), 35' st Codagnone (CdM), 36' st Leo (CdM).
Espulsi: 31' st Pettinato (C) per doppia ammonizione.

Recupero: 1' pt, 6' st.



Nella foto di Giovanni Isolino: un'azione del centrocampista Roberto Assenzio durante la gara tra Camaro e Città di Messina.

 

Video

 
 Notizie dell'ultimo mese
 06/08/2019 - Camaro, ceduto il classe 2003 Manuel Rando all’Empoli
 

 

 


Archivio news